Squalo, apribottiglie o accendigas?

Attenzione!! La cucina di Via Pecchio si è trasferita su www.viapecchio.com!!

No, non è una ricetta cinese a base di pescecane. Vi racconto un aneddoto, probabilmente comprensibile a pochi, ma dal profondo significato.

Anni orsono un amico mi raccontò di un ragazzo che concorreva con lui per l’ingresso all’accademia di Firenze. Era il periodo di massimo fulgore della campagna pubblicitaria Esselunga basata sulla similitudine tra personaggi e prodotti alimentari (vi ricordate di John Lemon e soci?). Ebbene costui, convinto di essere originale, propose un’opera dal titolo “Squalo o accendigas”. Da questo divertente episodio fu tratta ispirazione per una canzone dal titolo omonimo che arricchì il repertorio del nostro gruppo rock-demenzial-post-adolescenziale.

Tornando ai giorni nostri, ho appena scoperto che è stato prodotto un fantastico squalo-apribottiglie magnetico.

Tutto ciò mi porta a tre profonde riflessioni:

  1. I geni, si sa, rimangono spesso incompresi
  2. Il desing e la pubblicità sono mondi per me difficili da capire
  3. “Bullo e i ruvidi” hanno lasciato un profondo vuoto nella storia del rock italiano

Attenzione!! La cucina di Via Pecchio si è trasferita su www.viapecchio.com!!

Annunci

Una risposta a “Squalo, apribottiglie o accendigas?

  1. concordo sui 3 punti ed in particolare sul terzo…
    l’altro giorno mi sono ritrovato ad intonare sull’autostrada “Shampoo negli occhi”. Internescional Bullone.

    bei momenti…

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...