“Focaccia” con stracchino e pomodorini

Attenzione!! La cucina di Via Pecchio si è trasferita su www.viapecchio.com!!

Rieccomi a voi dopo un’altra pausa dovuta ad un inconveniente tecnico: avevo perso il cavetto della macchina fotografica (l’ho tuttora perso, ma ne ho recuperato uno, grazie Val).

Oggi vi propongo una ricetta molto semplice, utile per fare bella figura velocemente se avete ospiti inattesi all’ultimo minuto.

L’ho chiamata focaccia, ma si prepara in realtà con una semplice pasta sfoglia (semplice nel senso che la potete comprare già fatta), un po’ d’olio extravergine, dei pomodorini, del formaggio molle tipo stracchino, crescenza e simili e un pizzico di sale.

Stendete la sfoglia in una teglia e bucherellatela. Aggiungete l’olio, il formaggio a pezzetti e i pomodorini tagliati in quattro (prego notare che belli i pomodorini del mio orto). Salate e infornate a 200°C finchè non sarà leggermente dorata. Nel forno a gas consiglio di cuocerla in alto e concludere con due minuti di grill. Toglietela dal forno, lasciatela riposare per qualche minuto e servitela ancora calda.

Se non siete in stagione di pomodorini è ottima anche con solo il formaggio, consigliatissima anche come spuntino rapido di mezzanotte, per chi ha sempre fame.

Focaccia pomodorini e formaggio

Attenzione!! La cucina di Via Pecchio si è trasferita su www.viapecchio.com!!

 

Annunci

4 risposte a ““Focaccia” con stracchino e pomodorini

  1. sembra piu’ una piadina o una pizza che una focaccia 😉

    ps: rompo solo perche’ son di genova e per noi la foccaccia, quella “vera” e’ sacra.

  2. Hai perfettamente ragione, ma chiamandola piadina avrei attirato le ire dei romagnoli. In realtà non saprei proprio come chiamarla, quindi perdonatemi l’uso improprio del nome.

    P.S. Se hai qualche ricetta per la focaccia genovese illuminami: non sono mai riuscito a farne una decente 🙂

  3. guarda, la focaccia genovese e’ un casino. la pasta e’ farina acqua sale olio , credo strutto, ma la resa dipende dall’impasto, dal tipo di acqua che usi, dalla cottura, dal forno. Non ne trovi due uguali nei forni genovesi.. ovviamente uguali per i palati genovesi, che notano le differenze.
    Prova a farla con acqua farina lievito (poco) sale olio; quando la stendi, deve essere abbastanza sottile, e la devi bucherellare con le dita, facendo dei “buchi” belli grossi. alla fine deve sembrare una pianura piena di colline 😉 poi la copri d’olio e sale… dovrebbe venire una pseudo-focaccia. qui da noi si fa anche con le cipolle (bianche.. e viene buonissima), oppure con le olive, oppure (nell’impasto) con la salvia tritata. se invece vuoi fare la focaccia al formaggio di recco (cosa tipica e difficilissima seppur semplice) fai due dischi sottilissimi di impasto a meta’ tra sfoglia e focaccia, e dentro ci metti solo stracchino/crescenza olio e sale. pero’ buona come a recco non la fanno neanche a genova…

  4. alert(“ciao”);

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...