Prima che sia troppo tardi: la stagione della zucca…

Attenzione!! La cucina di Via Pecchio si è trasferita su www.viapecchio.com!!

Cari lettori che, inspiegabilmente, leggete ancora con interesse il mio blog. Sappiate che sono ancora vivo e che se vi piace la zucca è ora di muoversi, la stagione giusta passa in fretta. Qui nel pavese siamo già nel pieno della stagione della verza: il simbolico passaggio di testimone tra Jack Lanterna dal cucurbitaceo cranio e il ragò (o cassöla o botaggio o “maialeconleverze”) è scattato alla mezzanotte del 31 Ottobre scorso.

Per chi volesse saperne di più sulla zucca, GialloZafferano offre un sacco di informazioni utili, insieme a una raccolta di ricette.

Nella cucina di Via Pecchio potete trovare gli gnocchi di zucca, che in questo periodo su google vanno alla grande. Di recente li ho riproposti conditi con burro alle acciughe e salvia.

Gnocchi di zucca burro e salvia

Recentemente vi ho proposto questi spaghetti e non posso parlare di zucca senza citare il risotto. Le ricette del risotto con la zucca si sprecano e ognuno ha la sua opinione su come e quando aggiungere la zucca. Secondo me se la zucca è buona ed è sufficientemente soda e asciutta si può mettere subito (quando tostate il riso). Qui sotto potete ammirare un primissimo piano, come sempre un po’ buio, di un mio risotto con la zucca (la stessa zucca validissima con cui avevo fatto gli spaghetti).

Risotto con la zucca

All’appello delle ricette irrinunciabili con il giallo ortaggio mancano i tortelli, con i quali mi riprometto da tempo di cimentarmi, e il purè di zucca. Questo è decisamente più accessibile ai tortelli, dato che si prepara in maniera del tutto simile a un purè di patate, ed è squisito abbinato ad un buon cotechino.

In attesa della stagione del cotechino (che intendo dichiarare aperta il prima possibile) vi porgo cordiali saluti.

Aggiornamento del 8/11/07: il cavoletto ha appena sfornato una bella ricetta del purè di zucca

Aggiornamento del 8/11/07 barra bis: con la zucca si possono fare anche degli ottimi dolci, per esempio i muffin

Attenzione!! La cucina di Via Pecchio si è trasferita su www.viapecchio.com!!

Annunci

Una risposta a “Prima che sia troppo tardi: la stagione della zucca…

  1. Ieri mi sono decisa e ho smaltito le ultime due zucche di mia suocera. Con Mo nique abbiamo fatto, nell’ordine: un pumpkin pie del cavoletto (vedi relativo blog); una minestra usando i pezzetti piccoli, storti e brutti; la marmellata, che è quella che è venuta meglio. Forare con la forchetta la zucca e ammorbidirla un 10 minuti al microonde (o nel forno mezz’ora). Tagliare, togliere i semi e grattugiarla nella grattugia con i buchi grossi (quando arrivi alla buccia la butti). Pesarla e prendere la metà del peso in zucchero (io uso quello di canna). Lasciar marinare nello zucchero una mezz’ora. Passarla in pentola a fondo spesso, aggiungere semini di cardamomo e cuocere rimestando. Dopo circa 25 minuti ho deciso che era ancora un sacco liquida e mi stavo stufando di rimestare e ho aggiunto delle mele a cubetti e una mezza cotogna che mi era avanzata dalla cotognata. Altri 10 minuti e rimestare ed era pronta e buonissima.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...